Chiamata in causa del terzo giudice di pace, Fac Simile.

Atto di Chiamata in Causa:


 

Tribunale Civile di ______

Sez. ____– Dott. ______ – R.G.N. _______

Atto di Chiamata in Causa

La ________, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, Sig. __________, rappresentata e difesa dall’Avv. ___________  ed elettivamente domiciliata presso il Suo Studio in ____________, Via ______ n. __, giusta procura speciale posta in calce al presente atto,

Premesso

– che con atto di citazione, notificato in data _______, che di seguito si trascrive, la Sig.ra _________ ha convenuto in giudizio, innanzi all’intestato Ufficio, la __________:

Tribunale di________

Atto di Citazione

…………………

– che smistata d’ufficio l’udienza di prima comparizione al _____, la _________ si costituiva in giudizio nei termini a mezzo di comparsa di costituzione e risposta del seguente tenore letterale:

Tribunale Civile di ___

R.G.N. ______

…………………

– visto il provvedimento del Giudice Istruttore in data ______, con il quale, in relazione all’istante preliminare di rito formulata dalla scrivente difesa circa la chiamata in causa della _________, autorizzava la richiesta di differimento della prima udienza, fissando quest’ultima innanzi a sé per il ________, alle ore ____, invitando altresì la __________ alla cura di tutti gli adempimenti nel rispetto delle modalità e dei termini di legge;

– che la __________ procedeva alla notifica dell’Atto di Chiamata in causa nei confronti della _________.

Quanto sopra ritenuto e considerato, con riserva di meglio ed ulteriormente dedurre, la ________, come in epigrafe rappresentata, difesa e domiciliata

Cita

la ___________, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, a comparire innanzi al Tribunale di ___________, nella sua nota sede di __________ Via __________ n. ___, all’udienza che si terrà il giorno ______, alle ore _____, Sezione ___, Giudice Dott. _______, con invito a costituirsi almeno venti giorni prima di tale udienza, nei modi e nelle forme di legge, ai sensi e per gli effetti dell’art. 166 c.p.c. e con l’avvertimento che, in caso contrario, incorrerà nelle decadenze di cui all’art. 167 c.p.c. e con avvertenza che si procederà in sua legale contumacia, per ivi sentir accogliere le seguenti

Conclusioni

“Piaccia all’Ill.mo Giudice adito, ogni contraria istanza ed eccezione disattesa:

– in via principale, nel merito, rigettare la domanda attrice, poiché infondata in fatto ed in diritto;

– in via subordinata, nella denegata ipotesi di accoglimento della  domanda di parte attrice, condannare la ________  a tenere indenne e manlevare la ________, per quanto la stessa fosse eventualmente tenuta a risarcire in favore dell’attrice;

– in via ulteriormente subordinata, accertare e dichiarare il diritto di regresso della ________ nei confronti della _________ per quanto la stessa fosse tenuta a risarcire in favore dell’attrice.

Con riserva di articolare i mezzi istruttori che si renderanno necessari anche alla luce delle avverse difese.

Con vittoria di spese, competenze ed onorari.

Si offrono in produzione:

1) atto di citazione con delega in calce;

2) copia lettera del _______ del ________;

3) copia polizza e condizioni contratto di assicurazione.

_____, lì ______

Avv. ______________

Procura Speciale

La ____________, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, Sig. ________, delega a rappresentarla e difenderla nel presente atto ed in ogni fase e grado del relativo giudizio l’Avv. ______________ conferendogli tutti i poteri e facoltà di legge, ivi compreso quello di chiamare in causa, transigere, incassare somme e rilasciare quietanze, nonché quello di farsi sostituire.

Eleggendo domicilio presso il suo Studio in _____, Via _____ n. ____.

La ___________

 

Per autentica Avv. _____________

DOWNLOAD